mercoledì 31 gennaio 2018

C'è Antennista e Antennista, Scegliete bene. By Home-Services 02.23.16.16.30.

Per ogni lavoro fatto male da incompetenti o superficiali c'è sempre qualcuno che ci rimette e chi deve rimettere a posto. Anche se aumentano le riparazioni su lavori fatti male da dilettanti e ne siamo grati, c'è sempre da dover conferire al cliente che il lavoro precedentemente effettuato è causa del problema.

Antennista Milano, Varese, Como, Prezzi e metodi di lavoro Home-Services 02.23.16.16.30


venerdì 26 gennaio 2018

Sky addio alla parabola, Home-Services informa. 02.23.16.16.30

Addio per sempre all’antenna parabolica? Sky sarà la prima a permettere ai suoi clienti di poter vedere l’intera programmazione online. Lo rivela la Bbc sottolineando che l’Italia sarà il primo Paese in cui tutti i canali saranno visibili attraverso la connessione a Internet, a cui seguiranno l’Austria e a partire dal prossimo anno anche il Regno Unito.L'Italia dovrebbe essere il primo Paese in cui i clienti potranno usufruire dell'intero pacchetto dell'azienda via Internet: rimane necessaria la presenza di un decoder, e una connessione veloce.
 (Fonte corriere.it).
Inoltre quest'anno e per 3 anni si è aggiudicata anche la F1 totalmente e gli Europei 2020 (24 match in esclusiva) in esclusiva. alla faccia di chi paga il canone (cioè tutti).

venerdì 19 gennaio 2018

Linea vita, quando l'Antennista sale sul tetto è in regola? E il Condominio? Home-Services Impianti.

Con i morti sul lavoro non si scherza, sui tetti si sale con le imbragature ed allacciati alle linee vita, se non sono presenti bisogna approntarne di temporanee. Il personale deve essere abilitato con tutte le abilitazioni di legge, mentre il condominio che non può impedire l'esecuzione dei lavori a tetto deve fornire l'impianto in sicurezza o dare disposizioni relative alla stessa.
Affidatevi sempre ad imprese regolarmente iscritte e dotate dei requisiti professionali, basta una visura da 1,50 € o farsela fornire prima di accettare il lavoro.

giovedì 18 gennaio 2018

La nuova classificazione degli impianti satellitari secondo CEI

La classe A Plus identifica un impianto con distribuzione interna monocavo dCSS.
l’impianto è in classe A se  la distribuzione interna è sempre monocavo (ma di tipo SCR) o multicavo 1° IF e le prese supportano le tecnologie SCR, multiswitch o 1° IF.
l’impianto è in classe B se ha la stessa distribuzione interna e presa Tv principale di uno in classe A ma le altre prese possono supportare un solo tuner.
l’impianto è in classe C se si identifica un impianto multicavo 1° IF con la sola presa principale dotata di due uscite (multiswitch o 1° IF).
 la classe D è sempre di tipo multicavo 1° IF ma con tutte le prese (principale e secondarie) con uscita singola.
Le ultime tre classi riguardano gli impianti con distribuzione interna monocavo 1° IF ed uscita principale singola (classe E), uscite principale e secondarie IF-IF (classe F) oppure uscita principale IF-IF (classe G - solo impianti monocavo con centrale di testa IF-IF e miscelazione DTT). Gli impianti in classe D e F possono essere aggiornati alle tecnologie SCR e dCSS, acquisendo così le classi A e A Plus.
Inoltre si ricorda che lo scopo della Guida CEI è quello di fornire il supporto normativo alla progettazione e all’installazione degli impianti, soddisfacendo la regola d’arte come impone la legge 186/68. L’applicazione delle Norme Tecniche emesse dagli organismi competenti ed in particolare dal CEI, consente il riconoscimento della regola dell’arte,
Requisiti che per legge devono avere tutti gli installatori di impianti televisivi, oltre al patentino per i lavori in quota, il cliente, ente o azienda che non si preoccupa di affidare i propri lavori ad aziende riconosciute è responsabile penalmente in caso di incidente agli operatori.

Antennista servizio Rapido riparazione guasti antenna tv Milano e provincia.

Rapidi ed Efficienti....Home-Services Impianti.